Audi charging hub: esperienza di ricarica premium > Innovazione > Audi Italia
Audi Italia Innovazione
Audi charging hub: esperienza di ricarica premium

Audi charging hub: esperienza di ricarica premium.

Ricarica rapida con lounge: con un progetto pilota, Audi mostra il futuro dell'infrastruttura di ricarica per la mobilità elettrica premium in area urbana.

Testo: Bernd Zerelles - Foto: AUDI AG Tempo di lettura: 6 min

Per il veicolo sono disponibili solo i valori di consumi ed emissioni secondo lo standard WLTP.

Plastico di un Audi charging hub.

La funzione di prenotazione consente ai clienti Audi di prenotare in anticipo uno slot di ricarica.

Ralph Hollmig

Area relax della lounge.

Una ricerca della posizione basata sui dati ci permette di identificare i luoghi che si trovano nelle aree di destinazione dei clienti Audi.

Florian Kehl

Seleziono l'Audi charging hub di Norimberga nell'app my Audi, prenoto l'ora desiderata e trascorro il breve tempo di ricarica in un'accogliente atmosfera lounge: non potrei immaginare un'esperienza di ricarica più confortevole. Tutti coloro che lo desiderano, possono ricaricare presso le colonnine libere dell'Audi Charging hub, dal momento che si tratta di una rete di ricarica pubblica. Tuttavia, la funzione di prenotazione è un servizio premium esclusivo per i clienti Audi. I conducenti che non possiedono Audi possono trovare la stazione di ricarica nella loro app di navigazione cercando “Audi charging hub Norimberga”.

In base a quali criteri Audi ha selezionato come sede Norimberga? Florian Kehl, Project Lead Strategic Network Planning risponde: “Fondamentalmente, ci sono due criteri di ricerca all'interno dell'area urbana. Da un lato, la posizione su un asse viario principale per i clienti che si recano in città, ad esempio verso il luogo di lavoro. Dall’altro lato, i luoghi in città dove soggiornano abitualmente i nostri clienti. A tale scopo, i dati delle vetture sono stati analizzati in modo anonimo, così possiamo identificare i punti che hanno più senso per i clienti Audi, dato che passano già molto tempo in questa zona”.

Ritratto di Florian Kehl.

Florian Kehl è Project Lead Strategic Network Planning.

Il 92% di tutte le batterie testate per il riutilizzo sono adatte ad applicazioni di seconda vita.

Ewald Kreml

Tecnologia modulare e sostenibile.

La base tecnica di Audi charging hub sono i cosiddetti Cubes. Oltre all'infrastruttura di ricarica rapida, questi cubi-container modulari ospitano anche batterie usate agli ioni di litio, provenienti da vetture di prova Audi smantellate. In Audi charging hub, ad esempio, questi possono essere utilizzati come accumulatori tampone per l'energia elettrica, generata autonomamente dall'impianto fotovoltaico. Ewald Kreml, Strategic Project Lead di Audi charging hub, afferma: "Il 92% di tutte le batterie testate per il secondo utilizzo presenta ancora un'elevata percentuale delle prestazioni originali. Solo quando le batterie non saranno più in grado di svolgere questo compito verranno smontate in singole materie prime, secondo moderni concetti di riciclaggio, per poi essere in parte riutilizzate in batterie nuove".

Ritratto di Ewald Kreml.

Ewald Kreml è Strategic Project Lead dell'Audi charging hub.

Gli accumulatori tampone Powercube funzionano secondo la logica di un serbatoio per acqua piovana.

Stefan Waltl

Nella loro "seconda vita", le batterie agli ioni di litio vengono usate come accumulatori tampone per la corrente continua. Di conseguenza, Audi charging hub non richiede alcuna infrastruttura complessa e costosa con linee di alimentazione ad alta tensione e trasformatori, mentre in termini di elettricità richiesta, la rete elettrica locale è messa sotto carico solo in modo limitato. È sufficiente una potenza allacciata di circa undici kilowatt per ogni elemento di accumulo, alimentato tramite un collegamento standard ad alta tensione di 400 volt. Questo sistema riempie in modo continuo i tre elementi di accumulo con una capacità totale di 2,45 MWh durante la notte. Inoltre, i pannelli fotovoltaici sul tetto della lounge forniscono energia verde all'accumulatore tampone.

Stefan Waltl, Technical Project Lead di Audi charging hub, afferma: "Gli accumulatori tampone Powercube funzionano secondo la logica di un serbatoio per l'acqua piovana: in alto gocciola un po' di energia, ovvero l'elettricità dalla rete pubblica, e in basso estraiamo l'energia ad alta potenza per le vetture". Questo permette ogni giorno circa 90 ricariche rapide con un massimo di 320 kilowatt di potenza ciascuna presso l'Audi charging hub di Norimberga.


Ritratto di Stefan Waltl.

Stefan Waltl è Technical Project Lead di Audi charging hub.

Progetto pilota con potenziale futuro?

Quando verrà finalmente costruito un parco urbano di ricarica rapida nel mio quartiere? Ralph Hollmig risponde a questa domanda: "Si tratta di un progetto pilota in cui stiamo testando una possibile applicazione in serie tramite un test pratico. Le conoscenze acquisite in materia di gestione quotidiana e accettazione da parte dei clienti saranno decisive per la futura espansione del concetto". Resta la speranza che dietro questo inizio ci sia un piano più grande, come spesso accade per i progetti pilota.

 
Vista laterale dell'Audi RS e-tron GT

Un'icona fin da subito

Scoprite come l'Audi RS e-tron GT combina estetica e prestazioni.

Per il veicolo sono disponibili solo i valori di consumo e di emissioni secondo il WLTP e non il NEDC.